Read One Big Union by Valerio Evangelisti Online

one-big-union

Valerio Evangelisti ambienta il suo ultimo romanzo negli Stati Uniti, a cavallo tra l'ottocento e il novecento, quando One Big Union significava una nuova concezione di sindacalismo, un fronte comune per opporsi al potere delle industrie, sempre più grandi ed organizzate.Robert W. Coates è un meccanico che lavora in una di queste industrie.È un giovane cittadino modello, èValerio Evangelisti ambienta il suo ultimo romanzo negli Stati Uniti, a cavallo tra l'ottocento e il novecento, quando One Big Union significava una nuova concezione di sindacalismo, un fronte comune per opporsi al potere delle industrie, sempre più grandi ed organizzate.Robert W. Coates è un meccanico che lavora in una di queste industrie.È un giovane cittadino modello, è di buon carattere, religioso e molto affezionato alla famiglia. Il lato negativo è che coltiva un patriottismo che sconfina nel nazionalismo, oltre ad avere alcuni pregiudizi razziali.E sono proprio questi motivi che lo spingono a lavorare, per conto di agenzie specializzate, come infiltrato nei sindacati e nel movimento operaio.Il suo incarico consiste nel dissuadere gli operai a partecipare agli scioperi, inibire la loro capacità di associazionismo e riportare i lavoratori alla disciplina e alla produttività. Attraverso gli occhi del protagonista, Valerio Evangelisti racconta gli albori del sindacalismo americano, con i suoi momenti tragici e gli eventi accaduti nell'arco di un cinquantennio.Si parla dei grandi scioperi dei ferrovieri fino agli Wobblies, degli innoovativi strumenti di comunicazione per unificare gli operai ed estendere la protesta, quali volantini multilingue, le canzoni e i fumetti.Valerio Evangelisti, con One Big Union, rivela i meccanismi subdoli che hanno segnato la storia dello spionaggio sindacale negli Stati Uniti....

Title : One Big Union
Author :
Rating :
ISBN : 9788804611561
Format Type : Paperback
Number of Pages : 444 Pages
Status : Available For Download
Last checked : 21 Minutes ago!

One Big Union Reviews

  • Ginola81
    2019-03-21 16:10

    Un ottima recensione a questo libro la trovate qui:http://larottaperitaca.wordpress.com/...

  • Giorgio
    2019-02-23 13:07

    ***Tipico romanzo storico alla Valerio Evangelisti che conclude la "trilogia americana", anche se cronologicamente si colloca tra il primo Antracite (il migliore della trilogia) e Noi saremo tutto.One Big Union narra le vicende di Robert Coates, un agente infiltrato nei grossi sindacati degli Stati Uniti a cavallo della fine del XIX secolo e inizi del XX secolo, a partire dalla sua adolescenza fino alla sua vecchiaia.Lo scopo di Evangelisti è chiaro: mostrare attraverso una storia romanzata, il volto feroce che si nasconde dietro la facciata "liberale" e democratica degli U.S.A.Tale scopo viene raggiunto agevolmente, grazie come al solito alla sua mirable ricostruzione storica e alla sua prosa asciutta che fa scorrere le pagine con facilitàIl fatto che il libro che ricopra quasi 50 anni di storia fa di fatto apparire l'intero racconto quasi un susseguirsi di episodi (anche se facenti parti di un disegno più ampio), che forse rendono la trama meno "forte", che presenta pure qualche forzatura nelle vicende legate al protagonista.Punto di forza è sicuramente la caratterizzazione di Robert Coates (un altro "povero stronzo") che appare sicuramente più riuscita rispetto al super-cattivone Eddie Florio di Noi saremo tutto.Robert Coates è un personaggio negativo: uomo religioso, moralista, ricco dei pregiudizi tipici dell'epoca e anche un po' razzista, egoista e spietato nella sua azione di infiltrazione e repressione nei movimenti operai. Tuttavia Evangelisti riesce a far provare empatia nei confronti di questo controverso protagonista, per quanto riguarda la sua miseria personale, che progressivamente peggiora nel corso della sua vita in quanto invecchiato, mezzo storpio, privo di affetti e abbandonato dalla sua agenzia e dal figlio; costretto di fatto a vivere una vita fatta di povertà e solitudine, solitudine che di fatto è il destino inevitabile riservato alle spie.

  • Fabio Tassi
    2019-03-22 10:59

    Preso al volo all'uscita della prima edizione martedi e finito ieri sera in treno: un romanzo che ha per protagonista un povero stronzo spia (Bob Coats) e tratta di quarant'anni di storia del sindacato americano, fin dalle sue origini, vista dagli occhi di un patetico infiltrato. Ideale prosecuzione di 'Antracite' e premessa di 'Noi saremo tutto'. Consigliatissimo :-)

  • Alberto Schiariti
    2019-03-23 17:00

    Bel romanzo storico sugli scioperi e le rivolte dell'America del 1900. Lo stile di Evangelisti è il solito. Il protagonista, Robert Coates, partirà dalla sua giovinezza e arriverà alla vecchiaia davanti ai vostri occhi.