Read La politica della paura by Serge Quadruppani Wu Ming 1 Online

la-politica-della-paura

Dopo "l'età dell'ansia", il nuovo secolo è attraversato da un sentimento di incertezza ancora più profondo. Su questo oggi prolifera una vera e propria politica della paura, che alimentata dalla complicità dei media fabbrica di volta in volta nuovi pericoli - il terrorista, il no-tav, l'internauta, il rom - per distogliere la nostra attenzione da rischi ben più reali e indDopo "l'età dell'ansia", il nuovo secolo è attraversato da un sentimento di incertezza ancora più profondo. Su questo oggi prolifera una vera e propria politica della paura, che alimentata dalla complicità dei media fabbrica di volta in volta nuovi pericoli - il terrorista, il no-tav, l'internauta, il rom - per distogliere la nostra attenzione da rischi ben più reali e indebolire le capacità critiche e di pensiero. Serge Quadruppani delinea con precisione un "impero" in continuo movimento, sempre alla ricerca di nuovi nemici da sconfiggere, mettendoci in guardia dalle distorsioni della "macchina terroristica". Prefazione di Wu Ming 1....

Title : La politica della paura
Author :
Rating :
ISBN : 9788897012436
Format Type : Paperback
Number of Pages : 146 Pages
Status : Available For Download
Last checked : 21 Minutes ago!

La politica della paura Reviews

  • vhreccia
    2018-10-18 10:27

    Il Sarkozysmo, il berlusconismo, il bushismo (e poi Obama). Il ruolo della sinistra istituzionale. Gli attentati, la guerra e le leggi speciali sulla sicurezza interna. Tutto questo viene analizzato da Quadruppani in questo saggio con dovizia di esempi. Ben documentato, ricco di fonti, narrativamente abbastanza scorrevvole, l'opera abbraccia gli ultimi tre decenni di Storia, con particolare riferimento a quella francese e italiana, e spiega efficacemente il grado di perversione che ha raggiunto la politica: stato di emergenza permanente, leggi speciali, esercito per le strade a "garantire" la sicurezza interna; il terrore usato per governarci e schiacciare ogni dissenso.Un suggerimento, infine, ci dà Quadruppani: sovvertire non è fare la guerra, ma liberarsi dalla paura. Notav docet.